Portale Trasparenza IACP Agrigento - Acquisto alloggi

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Acquisto alloggi

Uffici responsabili

Area Amministrativa - CED

Descrizione

PROCEDURA
Gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica inseriti nel programma di vendita sulla base della Legge n.560 del 1993, vengono venduti agli assegnatari che vi abitano e che hanno presentato domanda di acquisto. Gli alloggi dello Stato sono compresi in un apposito piano di vendita . Ai sensi della Legge 560/93 e successive modifiche ed integrazioni, l'assegnatanio di un alloggio compreso nel piano di vendita, predispòsto dall'Istituto, può acquistare l'appartamento in cui abita con semplice domanda di acquisto, specificando se per contanti o a rate (purché lo stesso abbia i requisiti previsti).
L'Istituto procederà alla vendita secondo ordine di protocollo delle domande. Il prezzo di vendita in base alla Legge 43/94, è calcolato con la categoria A/4, ottenendo la relativa rendita.
La rendita catastale così determinata viene moltiplicata per 100, ottenendo il valore dell'alloggio. Al valore dell'alloggio viene applicato uno sconto dell'1% per ogni anno di anzianità dell'alloggio, fino ad un massimo dei 20% (l'anzianità viene rilevata dal certificato di ultimazìone lavori del plesso edilizio).
Al valore determinato, dopo la detrazione della vetustà, viene calcolato il 25% se trattasi di acquisti per contanti.
Nel caso l'assegnatarlo decida per l'acquisto rateale, lo stesso non ha diritto allo sconto, bensì pagherà una quota pari al 30% del prezzo di cessione, con dilazione del pagamento della rimanenza in non più di 15 annia4 un interesse pari al tasso legale, previa iscrizione ipotecarla a garanzia della parte del prezzo dilazionato (Legge 560/93 art. 1, comma 12, lettera b).
Occorre precisare che al prezzo di vendita va aggiunta l'IVA nella misura di legge. Dopo la presentazione delle domande in base al calendario di vendita adottato, l'Ufficio Vendita Alloggi invierà all'interessato una lettera contenente tutte le condizioni di vendita (prezzo, sconti previsti, acquisti rateali) nonché la documentazione necessaria atta a verificare i requisiti dell'assegnatario

DOCUMENTAZIONI E SCADENZE
Gli alloggi e le unità immobiliari, acquistati ai sensi della Legge 560/93 e successive, non possono essere alienati, anche parzialmente, ne può essere modificata la destinazione d'uso per un periodo di dieci anni dalla data di registrazione del contratto d'acquisto e comunque fino a quando non sia liquidato interamente il prezzo (vendita rateale).

Trascorso tale periodo, sempre che abbia pagato l'intero prezzo, l'acquirente deve comunicare la sua intenzione di un'eventuale vendita a terzi allo I.A.C.P., il quale può esercitare il diritto di prelazione entro 60 giomi dal ricevimento della comunicazione.

Al momento della firma dell'impegno all'acquisto, l'acquirente deve essere munito di codice fiscale, nonché di documento di riconoscimento valido e deve presentare, nel caso abbia apportato modificazioni all'appartamento, la regolare documentazione di autorizzazione o di concessione edilizia.

Hanno titolo all'acquisto degli alloggi di cui al comma 4 dell'art. 1, gli assegnatari o i loro familiari conviventi, i quali conducono un alloggio a titolo di locazione da oltre un quinquennio e non siano in mora con i pagamenti dei canoni (il periodo dei cinque anni è stato modificato con Legge 26/05/2002 n' 2 art. 23, comma 9, ossia è stato ridotto a due).

In caso di acquisto da parte dei familiari conviventi è fatto salvo il diritto di abitazione dell'assegnatario.

L'acquirente dovrà versare, al momento della stipula, due assegni non trasferibili intestati allo I.A.C.P., uno per l'IVA sul prezzo dell'alloggio ed uno per l'importo già scontato

DIRITTI E DOVERI

Eventuali opere abusive non regolarízzate sulle parti comuni compromettono la vendibilità dell'intero fabbricato. E' pertanto essenziale che eventuali abusi vengano regolarizzati o rimossi. Le modifiche apportate all'alloggío oggetto di compravendita dovranno essere dichiarate, presentando la regolare documentazione prevista dalla normativa urbanistica. Il superamento dei limiti di reddito familiare, verificatosi successivamente all'entrata in vigore della Legge 560 del 1993, non impedisce l'acquisto dell'alloggio compreso nel piano di vendita.
All'atto della firma dell'impegno d'acquisto dell'alloggio, l'acquirente dovrà comunicare il nome del notaio incaricato alla predisposizione dell'atto di compravendita. In alternativa, su richiesta dell'acquirente, il notaio potrà essere scelto dall'Ente su designazione del Consiglio Notarile.
Tutti i notai applicano, per le vendite effettuate ai sensi della Legge 560 del 1993, una tariffa agevolata derivante da una convenzione stipulata tra la Regione Emilia Romagna ed il Comitato Regionale dei Consigli Notarili.
Se l'acquirente è coniugato, in regime di comunione legale dei beni, la proprietà dell'alloggio verrà intestata anche al coniuge.
La stipula avrà luogo presso la sede dello I.A.C.P.
Le spese notarili sono totalmente a carico dell'acquirente, al quale il notaio dovrà trasmettere copia autentica dell'atto di compravendita registrato, trascritto e volturato.
L'assegnatario ha diritto:
-allo sconto dell'1 % per ogni anno di anzianità dell'alloggio, fino ad un massimo del 20%;
-ad un ulteriore sconto del 10% sul prezzo in caso di pagamento in contanti;
-al diritto di abitazione a suo favore ed a favore del coniuge, se in regime di comunione legale dei beni, nel caso in cui il contratto di vendita venga intestato ad un familiare convivente.
L'assegnatario deve:
condurre un alloggio dell'Isfituto a titolo di locazione da oltre cinque anni;
non essere moroso nel pagamento delle mensili;















 

Chi contattare

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si

Modulistica per il procedimento

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 30
Contenuto inserito il 02-10-2013 aggiornato al 04-12-2018
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Donato Bramante,42 - 92100 Agrigento (AG)
PEC info@cert.iacpag.it
Centralino +39 0922 559111
P. IVA 00078330842
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it